Biblioteca  Gnomonica di Nicola Severino

Home

    

 

SEZIONE ARTICOLI, OPUSCOLI E STRALCI DA GIORNALI FIRMATI DA ALTRI AUTORI

 

I libri elencati in questa pagina qui sotto appartengono alla mia piccola libreria di gnomonica.

 

 

 

 

SECOLO XVI

AUTORE E TITOLO DESCRIZIONE
Tosca Tomas Vicente

Tratado XXVI. De la Gnomonica

  digitalizzato in pdf. CD-R

Cristoforo Clavio

 

Gnomonices Libri Octo, 1581, pp.654           (pos. 1)

In latino.Un testo che non ha bisogno di presentazione. Tratta di tutta la gnomonica conosciuta al 1581, con l'ausilio dei metodi geometrici, molti dei quali originali di Clavio e molti altri derivati da altri autori dell'epoca e soprattutto Andrea Shonero. L'indice e' troppo vasto per essere qui riportato. Nella mia versione manca un "quimpartium", ma il resto dell'opera e' completa. Tratta di tutti i tipi di orologi solari noti all'epoca e di tutti i metodi possibili relativi a tutti i tipi di sistemi di ore. Piu' dettagliate informazioni posso essere date alla bisogna, secondo le proprie esigenze.

Valentino Pini

 

Fabrica de gl'horologi solari, 1598                 (pos. 1)

Bellissimo libro in volgare sugli orologi solari. Opera pregiata. Vengono presentati anche metodi per la costruzione di orologi particolari come "armilla universale", orologi su croci e coltelli. I metodi sono sempre geometrici riferiti principalmente all'uso dell'analemma tolemaico.
Vitruvio

De Architecturae, Libro IX, sec. XVI (pos. 1)

Frontespizio: "M. Vitruvius per iocvndissimvm solito castigatior factvs cum figvris et tabvla vt iam legi et intelligi possit". pagg. 24
Orontii Finei

Arithmetica practica libris qvatvor, Parisiis, 1542

(pos. 1)

Conservo di questo libro solo il capitolo "De invenienda locorum longitudinis" ed "Planisphaerium geographicum". pagg. 36
Ermanno Contratto

De Mensura astrolabii liber, ex cod. MS. Inclyti Monasterii ad S.Petrum Salisburg. Ord. S.Ben. erutum ab Adm. R. & Cl.D.P. Placido Bokn, ejusdem loci Asceta.  (pos. 9)

Il primo trattato in Latino, tradotto dall'Arabo, sull'Astrolabio.
Beda il Venerabile

Opere e Libellus de mensura horologii

Stralci da un codice benedettino Pseudo-Bedae del IX secolo. Il "Libellus de mensura horologii" di Beda e' stato piu' volte erroneamente considerato un vero e proprio trattato di gnomonica (anche R.J.Rohr fu indotto in questa valutazione, ma come ebbe a dirmi in una corrispondenza, non aveva mai consultato le opere di Beda). Principalmente il "libellus" tratta della misura delle lunghezze dell'ombra di uno gnomone verticale, come appunti gli antichi metodi del Decempedalis: "HOROLOGIUM QUOD CONTRA UNUMQUEMQUE MENSEM HABET AD UMBRAM HUMANI CORPORIS PEDE SINGULARUM HORARUM DIEI". In questo testo e' incluso anche un capitolo intitolato "Bedae Presbyteri, Libellus de Astrolabio", che tratta appunto della costruzione di un piccolo astrolabio del tipo arabo con circoli orari, delle latitudini delle citta' e dei reticoli. Di grande interesse tutti i "glossae et scholia" dell'intero libro, in cui si vede per la prima volta la descrizione di un "hemisphaeiurm" denominato "vas horoscopum". (si veda la mia Storia della Gnomonica).
G.Battista Vimercato

Dialogo de gli Horologi Solari, Venetia, 1586 (pos. 3)

La risposta popolare all'opera di Clavio del 1581, arriva con questo bel libretto di Vimercato, in volgare, che insegna - senza troppe astruserie geometriche - a disegnare con facilita' i principali tipi di orologi solari
Egnazio Danti

Trattato dell'uso della Sfera, Fiorenza, 1573 (pos2)

Tutto dell'uso della sfera per ottenere informazioni gnomoniche e di astronomia di posizione. Pagine 33 (2 pagine per foglio).
Marcello Francolini

De Tempore Horarum Canonicarum

De Tabularum pro Horis Canonicis... (pos. 2 e pos 8)) 

Questo libro mi ha permesso di descrivere approfonditamente il sistema delle ore Canoniche d'uso monastico in relazione agli altri sistemi orari. In latino. Incompleto. Solo capitolo XCIII, 19 pagine
Alessandro Piccolomini

La Sfera del Mondo, 1595  (pos. 2)

In italiano. Conservo il capitolo XV e XVI del libro quarto, sulle ore ineguali e planetarie, con Tavola. Circa una ventina di pagine con due figure.
Ioannes Stoflerino

Elucidatio Fabricae ususque Astrolabii, Lutetiae, 1553 (pos. 2)

Conservo solo alcune pagine (37) con figure della costruzione dell'astrolabio e relative ai sistemi di ore ineguali e planetarie.
Ioannis Pauli Gallucii

Nova Fabricandi Horaria, Venetiis, 1596 (pos. 6)

In latino. Importante testo di gnomonica in cui, come si esplica dal titolo, vengono esposti nuovi metodi per costruire orologi solari. Qui l'autore affronta una delle prime trattazioni della costruzione di un orologio solare a forma di globo e strumenti per trovare la declinazione delle pareti verticali. Pagg. 88
Cristoforo Clavio

Horologiorum Nova Descriptio, Romae, 1599 (pos. 5)

In latino. Prima della fine del secolo XVI, ecco spuntare il primo trattato di una certa levatura, come si addice ad un Clavio, sui primi metodi per costruire orologi solari in cui si fa uso di seni,  tangenti e secanti,  e quindi i primi metodi trigonometrici con tavole. Un'opera ancora praticamente tutta da esplorare, per chi conosce il latino come l'italiano, per un libro che non e' certo tra i piu' semplici da leggere e studiare. Pagg. 219, scrittura piccolissima, a volte poco leggibile
Ioanni Pauli Gallucii

De Fabrica et usu Hemisphaerii Uranici, Venetiis, 1596 (pos. 11)

In latino. Tutto sulla costruzione di uno strumento che e' allo stesso tempo globo e sfera armillare.
Pietro Apiano

Horoscopion Apiani, 15(?)

 
Gio. Paolo Gallucci

Della Fabrica et uso del Novo Horologio Universale, Venetia, 1590 (pos. 8)

In volgare. In questo trattato Gallucci propone la costruzione di un nuovo orologio solare denominato "bussolo", universale, abbastanza macchinoso e molto simile ad un bussolotto meccanico come in uso in quei tempi.
Palladii Rutilii Tauri

De Re Rustica, 1541

Solo parte relativa alla misura della lunghezza delle ombre.
Francisci Maurolyci

Opuscula Mathematica, Venetijs, 1575

. In latino. Solo i tre libri su "De Lineis Horariis, brevis tractatus"
Joannis de Monteregio

Kalendarium Magistri, 1492

Solo prime pagine sull'orologio solare d'altezza rettilineo
Federico Commandino

Claudii Ptolemaei Liber de Analemmate, Romae, 1562

De Horologiorum Descriptione
Cristoforo Clavio

Fabrica et usus instrumenti ad horologiorum descriptionem, Romae 1586

In latino. Libro in cui viene descritto il Radio Orario in tutti i suoi dettagli.
Pietro Apiano

Libro de la Cosmographia, 1548

In spagnolo
Pietro Apiano

Cosmographia, Parisiis, 1551

In latino.
Benedetti G. Battista

De Gnomonum Umbrarumq. Solarium Usu, Taurinorum, 1524

pp.123 Digital version pdf
Bradwardine

Geometria Speculativa, 1495

incunabulo -
Cristoforo Clavio

Horologiorum Nova descriptio, Romae, 1599

 digital version pdf
Computus Novus Ecclesiasticus, Venezia, 1519 22 fogli - digital version pdf
Hajek Tadeus

Dialexis De Novae Stellae Apparitione, Francoforte, 1574

pp. 176 - digital version pdf
Nunes Pedro

De erratii Horontii Finaei...,Conimbricae, 1546

pp.92 - digital version pdf
Orsini Latino

Trattato del Radio Latino, Roma, 1586

pp.112- digital version pdf

 

SECOLO XVII

Aegidii Strauchi

Breviarium Chronologicum, editio secunda, Wittebergae, 1664

In latino. Piccolo capitolo sulla descrizione delle ore e sistemi orari.
Bonaventura Cavalieri

Sfera Astronomica, Roma, 1690 (pos. 9)

In italiano. Nelle "Prattiche astronomiche", si possono vedere alcune cose semplici di gnomonica. Pag 13
Bartholomaei Pitisci

Trigonometriae,  Augustae Vindelicorum, 1608 (pos. 2)

In latino. Conservo il "Liber Unus", Problematum Gnomonicorum. Si tratta delle prime applicazioni della trigonometria nella gnomonica. Infatti, questo testo anticipa di 4 anni le analogie dl Clapies sulla gnomonica trigonometrica. Pagine 20.
Stefano Menochio

Delle Stuore, trattenimenti eruditi, parte terza, Venetzia 1692 (pos. 4)

In italiano. Poche pagine relative ai sistemi orari e alla storia dell'orologio.Pagine 8
Famiano Nardini

Roma Antica, Roma, 1646

In italiano. Cap. VI, riferimenti all'orologio di Augusto e mappa con orologio solare di Augusto
Orontio Fineo

Opere di Orontio Fineo tradotte da Cosimo Bartoli, Venetia, 1670 (po. 5)

In volgare. Opera molto nota. Fineo fu molto criticato per via di alcuni errori in cui incorse nelle descrizioni riportate nei suoi libri sugli orologi solari (lo stesso Clavio lo attacca piu' volte in Gnomonices Libri Octo). Conservo di quest'opera solo il libro primo, cioe' sugli orologi solari. Famose sono le descrizioni (tra le prime cinquecentesche) della Navicula de Venetiis, del Cilindro, dei quadranti, del "Regiomontano" che egli chiama "Horologio universale di linee diritte, su un piano di forma quadrangolare"....da pag 417 a 547
Ozanam

Dictionnaire Mathematique, Paris, 1691 (pos. 10)

In francese. Un Dizionario di Gnomonica, forse il primo della letteratura

importante come tutte le opere di Ozanam. 6 fogli

Carolo Maria Carasa Buterae

Exemplar Horologium solarium civilium duas complectens partes

recensione di questo libro pubblicata dal Giornale de Letterati dell'anno 1689
Vincenzo Coronelli

Epitome cosmografica o compendiosa...Venezia, 1693

Recensione da parte del Giornale de Letterati dell'anno 1696
 Athanasius Kircher

Ars Magna Lucis et Umbrae

Il contenuto di quest'opera e' ampiamente discussa nella sezione "Gnomonica Kircheriana" di questo sito, al quale si rimanda per eventuali approfondimenti.
Pierre de Sainte Marie Magdeleine

Traité d'Horlogiographie, Lyon, 1691

In francese. Bellissimo libro divulgativo dell'epoca con molte tavole e la descrizione di molti tipi di orologi solari particolari.
Oddi Mutio da Urbino

Degli Orologi Solari, Urbino, 1614

In volgare. Incompleto.
Leo Allatius

De Templis Graecorum, 1645

In latino. Libro "De Mensura Temporum" capitoli I-XIX. Una approfondita ricapitolazione storica e delle citazioni (greche e latine) riguardanti il tempo e la sua misura.
Joanne Bona

De Divina Psalmodia, Parisiis, 1678

In latino. Cap. III, "De Horis"
Ozanam

Cours de Mathematique, Paris, 1699, Tome V

Traité de Gnomonique. E' uno dei testi piu' importanti di gnomonica del XVIII sec.
Cristoforo Clavio

Compendium Brevissimum describendorum horologium...Romae, 1603

 
Francesco Palmieri

Descrittione facile degli Horiuoli a sole, orizzontali italiani per via di numeri...Siena, 1620

Piccolo libretto, di poche pagine, dedicato ai primi metodi di costruzione degli orologi solari per via di tavole numeriche in relazione alla lunghezza dello stilo.
Claudio Salmasio

Plinianae Exercitationes

pagg. 445-465
Campani Matteo

Horologium, Romae, 1677

27 pagine + VI tavole - digital version pdf
Cassini Giandomenico

La Meridiana di San Petronio, Bologna, 1695

pp. 75 + 3 tavole - digital version pdf
Guarini Guarino

Caelestis Mathematicae, Mediolani, 1683

pp. 504 + tavole - digital version pdf
Boulenger Jean

La geometrie pratique..., paris, 1690

con l'aggiunta di un trattato di aritmetica e geometria di Ozanam - pp. 422 digital version pdf
Bruni Teofilo

Armonia Astronomica e Geometrica, Venezia 1622

in 3 trattati di oltre 200 pagine - digital version pdf
Bruni Teofilo

Novo Planisfero o Astrolabio Universale, Vicenza, 1625

pp. 222 - digital version pdf
Capilupi Giulio

Fabrica et uso di alcuni stromenti horarii universali..., Roma, 1640

pp. 40 - digital version pdf
Colomboni Angelo Maria

Prattica Gnomonica, Bologna, 1669

pp. 659 - digital version pdf
D. A. L. G - L'usage de l'un et l'autre astrolabe, Paris, 1625 pp. 372 - digital version pdf
Fuligatti Giulio

 Degli Horiuoli a Sole, Ferrara, 1617

pp. 250 - digital version pdf
Guarino Guarino

 Compendio della Sfera Celeste, Torino, 1677

pp. 127 - digital version pdf
Josephi Scaligeri

Mesolabium, Lugduni Batavorum, 1694

pp.34 - digital version pdf

 

SECOLO XVIII

Alberto Pappiani

Della sfera armillare e dell'uso di essa nell'astronomia nautica e gnomonica, Firenze, 1745 (pos. 1)

In italiano. Un piccolo trattetello di gnomonica e' il contenuto del libro dedicato agli orologi solari. Vi sono alcune tavole. Tot. 38 pagine
Ioannis Poleni

Exercitationes Vitruvianae Primae, 1739 (pos. 9)

Straordinario per l'interesse storico il capitolo "De Horologii Institutione", da cui ho potuto riabilitare e descrivere il perduto orologio solare detto "Pelignum" eppure citato da Vitruvio.
Agostino Calmet

Commentario letterale, istorico e morale sopra la Regola di S. benedetto, Arezzo, 1751 (pos. 13)

In italiano. Capitolo XLVII, dell'incumbenza di avvisare l'ora di dire l'uffizio
Berardo Galiani

L'Architettura di Marco Vitruvio Pollione tradotta e commentata, Siena-Napoli, 1790 (po. 4)

In Italiano. Capitolo VIII dedicato alla descrizione "degli orologi cogli Analemmi" Pag. 8
Francesco Peter

Di un antico orologio solare recentemente trovato, Roma, 1723 (pos. 12)

In italiano. Dissertazione presentata da Peter all'Accademia Romana di Archeologia (Atti, Tomo I, parte II).       
Davidiis Gregori

Astronomiae Physicae et Geometricae, Geneve, 1726 (pos. 11)

In latino. Brevis Horologiorum sciothericorum tractatus Quest'opera contiene un piccolo trattato di gnomonica con diverse tavole. Pagg. 70 circa
ChristianoWolffio

Elementa Matheseos Universae, Magdeburgo, 1717 (pos. 8-9)

In latino. Gli "Elementa Gnomonicae" qui contenuti, rappresentano un vademecum dello gnomonista con tanto di regole e dimostrazioni. Da pag. 210 a 233. E da 785 a 831
Samson Pere

Descrittione de Tout l'Univers, Amsterdam, 1700 (pos. 10)

Il libro terzo della sezione III contiene alcuni capitoli sulla costruzione di orologi solari elementari. Con una tavola Pag. 9
G.Maria Secondo

Ciclopedia, Napoli 1751

Voce Ora, Orologio, ecc.
C. Helbronner

Historia Matheseos Universae, Lipsiae, 1742

Una storia del mondo in cui si trova un incredibile elenco di codici manoscritti delle piu' importanti biblioteche d'Europa di quell'epoca, e molti  riferimenti gnomonici. Tre volumi
Giornale De Letterati, anno 1710 (pos. 7) Relazione della Linea Meridiana Orizzontale fabbricata in Roma l'anno 1702 pagg. da 64 a 149
Pirro Maria Gabrielli

L'eliometro fisiocritico, Giornale de Letterati, Venezia, 1711

Relazione sulla linea meridiana fisiocritica dell'Accademia dei Fisiocritici di Siena
Mauro Sarti

De veteri quodam solari horologio nuper invento epistola

In latino. Epistola sopra un antico orologio solare romano.
Medauro Grulla

Arte de gobernar los reloxes por la equacion del tiempo, segunda edicion, Madrid, 1792

 
Bion N.

Traité de la construction et des principaux usages des instrumens de mathematique, Paris, 1709

In francese, Lib. VIII, De la construction des cadrans au soleil
Auli Gellii

Noctium Atticarum (Gronovii), 1706

Lib. III, Cap. III, p. 215-216 sopra gli orologi degli antichi, con note e commenti in latino e greco.
Boscovich

D'un antico orologio a sole...Giornale de' Letterati, Roma, 1746

Resoconto de primo hemicyclium ritrovato in scavi archeologici nel XVIII secolo.
Geminiano Rondelli

Urania custode del tempo, Bologna 1700

 
Ozanam

Recreations Mathematiques et physiques, Paris, 1736

In francese. Tomo secondo, Problems de Gnomonique. Importantissimo.
Samuele Pitisco

Lexicon Antiquitatum Romanarum, 1713

Pagine relative alla voce "Hora", "Horae", "Horologium" et "Sciather"
Gerberti

Geometriae

Caput XCIV, Alia ratio meridianum describendi
Encyclopédie par Diderot, tome 7, 1773  
Joanne Poleno

Thesauri antiquitatum romanarum et graecarumque...Venetiis, 1737

Lib. I, Cap IX De fastis & diversa dierum & horam ratione, atque de horologiis quaedam
Dionysii Petavii

Opus de doctrina temporum, 1703

 
J.G. Graevio

Antiquitatum Romanarum, 1735

 
G. Genebrardi

Divinarum Hebraicarumque

 
J. Laurentii Lucens

Variae Antiquae Eruditionis, 1746

 
Petri Gassendi

Opera Omnia tomus IV

 
Jacquier Francesco

Elementi di Prospettiva, 1755

digital version pdf
De La Lande Joseph Jerome

Astronomie, Paris, 1771

digital version pdf
Monge Gaspard

Geometrie Descriptive, sec. XVIII

digital version pdf
Jacquier Francois

De Veteri quodam solari horologio nuper invento epistola

pp. 12 + 2 tav. - digital version pdf
La Calle Nicolas

Astronomiae Fundamenta...Paris, 1757

pp.243 - digital version pdf

 

SECOLO XIX

Orazio Iutis

Elementi di Cronologia, 1802 (pos.2)

In italiano. Semplice capitoletto sulla storia dei sistemi orari. pagine 14
Cesare Cantù

Storia Universale, Torino 1841

Poche pagine sulla storia degli orologi.
Giuseppe Settele

Illustrazione di un antico astrolabio, Roma, 1817 (pos. 12)

In italiano. Atti dell'Accademia Romana di Archeologia, 22 maggio 1817.
Logroscino Giuseppe

Orologi Solari, Bari, 1885

 
Enciclopedia Popolare, Torino, 1846 (pos. 7) Voce Gnomone, Gnomonica. Pagg. 13
Enciclopedia Britannica Voce Dial, Dialling
 Dictionnaire des Antiquités Grecques et Romaines, Paris, 1899 In francese. Voce Horologium
Barzizza

Gnomonica, Milano, 1892

 
Alfonso X di Castiglia

Libros del Saber de Astronomia, Madrid, 1866

Libro V. Libro del relogio del palacio de las horas
Raphael Blanchard

Cadrans Solaires, ed. Artissime, ristampa del 1895

 
La Leta Biagio

Gnomonica, ossia l'arte di descrivere orologi solari, Hoepli, Milano, 1897

Fa parte degli storici manuali divulgativi della fine del secolo XIX.

Infatti, l'autore le definisce "lezioni popolari.

Angelo Secchi

Un orolosio solare antico, Civilta' Cattolica, Anno Ottavo, terza Serie, Vol. VI, Roma, 1857

Su un antico orologio solare romano incassato in un cerchio 

proveniente dal Musero Kircheriano.

Roncalli A.

Esercizi di Gnomonica, Bergamo, 1896

 
Giusto Bellavitis

Lezioni di Gnomonica, 1869

 
Emanuele Gallarati

Metodi semplici per segnare la Retta Oraria del Mezzogiorno...ecc., Milano, 1872

Ottimo manuale grafico e trigonometrico.
Bottino Barzizza

Gnomonica, Hoepli, Milano, 1892

 

 

 

SECOLO XX

Mario Righetti

Manuale di storia liturgica, 1946

Capitolo III e segg. sulle ore canoniche.
Dictionnaire d'Archéologie Chrétienne, paris, 1908 Voce Cadran Solaires. Immagini anche di meridiane canoniche antiche.
Maria Koubenec

Biographie

Regionalbibliothec Neubrandenburg, 2000
Gerald Jenkins, Magdalen Bear

Sundials & Timedials Tarquin Pub., 1987

A collection of working models to cut-out and glue together
Girolamo Fantoni

Due orologi solari greci: i globi di Prosymna e di Matelica, Rivista di Archeologia, supplementi, 9, Venezia, 1989

 
Giuliano Romano

La Meridiana di Toaldo, Padova, 1991

 
Carlo Ricci

Gli Eliometri Senesi, Siena, 1985

 
René R.J. Rohr

Le cadran solaire de la mosquée des Unayyades a Damas, l'Astronomie, october, 1983 (estratto)

 
Peter Drinkwater

A first book of solar horology by Oronce Finee'

Interpreted in English
René R.J. Rohr

Astronomiche Denkwurdugkeiten und Honenwege unter Allahs Sonne

Extract
Philip Pattenden

The Pelican Sundial, Cambridge, 1980

 
Philip Pattenden

The Turnbull Sundial of Corpus Christi College, Oxford, 1976

 
Francois Mader

Ortsfeste Sonnenuhren im Kanton Freiburg, Bull. Soc. Frib. Sc. Nat. 80 (1/2), 1991

 
René R. J. Rohr

Le Menhir d'Altorf, une pierre de calendrier neolitique

extract
Alexis Brookes, Margaret Stanier

Cambridge Sundials

 
Manuel Maria Valdes

Un monumento anunciado  el "reloj de Yecla", verdadero o falso?, 1996

 
René R.J. Rohr

Greek dials in ancient Central Asia, Hamdard, vol. xxiii, n. 3, 1980

 
René J.R. Rohr

A unique greek sundial recently discovered in Central Asia, J. Roy Astron. Soc. Can. Vol. 74, n. 5, 1980

 
Giosue' Musca

Il Venerabile Beda, in 2 voll., Dedalo libri, 1973

 
Philip Pattenden

Sundials in Cetius Faventisus, Classical Quarterly, xxix, 1979

 
Dario Giorgetti

Una meridiana da Tuscolo al Museo delle Terme, 1974 (?)

 
Jean Soubiran

Vitruve De l'Architecture, Livre IX, Paris, Les Belles Lettres, 1969

Voll. VII-VIII sul capitolo IX riguardante la gnomonica. Ampi commentari e disegni. Testo molto importante per l'interpretazione del libro di Virtruvio.
Bernard Taillez

La meridiana di Badia in Volterra, Rassegna Volterrana, 1990

 
Thabit Ibn Qurra

Ouvres d'Astronomie, Soc. les Belles Lettres, 1987

 
Emmanuel Poulle

Le traité d'astrolabe de Raymond de Marseille, Studi Medievali, serie terza, anno V, fasc. II, 1964

 
Claudio Pasini

Orologi Solari, Milano, 1900

Importante trattato di Gnomonica che riassume anche molti metodi di autori del XIX sec.
Aldo Alberti-Poja

La meridiana della chiesa di S. Maria degli Angeli a Roma, l'astronomo Bianchini e la Pasqua, Palombi Ed., Roma

Incompleto
Glauco De Mottoni

Su un tipo di orologi osolare, Genova 1945

 
Girolamo Fantoni

Orologi Solari, Technimedia, Roma, 1988

Uno dei piu' importanti trattati di gnomonica moderni.
René J. R. Rohr

Meridiane Ulisse ed., Genova 1988

Altro classico tra i piu' importanti degli ultimi decenni. Traduzione italiana di "Les Cadrans Solaires". Tradotto ancora in molte altre lingue.
Sharon L. Gibs

Greek and Roman Sundials, Yale Un., 1976

Primo catalogo al mondo sugli orologi solari greco-romani
Pandolfi G.

Gnomonica Pratica, Lavagna 1925

 Disponibile in fotocopia. Euro 80
Giuseppe Macchi

La meridiana, Gallarate, 1931

 
Luigi Ronca

Gnomonica sulla sfera ed analemma di Vitruvio, 1976

 
Ramson Peter

A dozen Dials

Southampton, England, 1998 - Sono descritti anche 6 saxon dials di Hampshire, 7 Cross dials, 8 linee meridiane e diversi altri orologi solari.

 

Libri di Astronomia con capitoli di interesse gnomonico

Francesco Zagar

Astronomia sferica e teorica, Zanichelli, Bologna 1948

Il testo di astronomia di posizione piu' importante della letteratura italiana. Il capitolo IV sulla misura del tempo e' di importanza assoluta nella gnomonica.
Ferdinando Flora

Astronomia nautica, Hoepli, 1979

 
Giovanni Tadini

Geografia astronomica applicata. Hoepli, 1960

 
Wolfgang Schroeder

Astronomia Pratica, Longanesi, 1967

 
Franco Potenza

Gli strumenti per l'astronomia, Longanesi, 1977

 
Dreyer J.L.E.

Storia dell'Astronomia da Talete a Keplero, Feltrinelli, 1977

 
Giuliano Romano

Introduzione all'astronomia, Muzio, 1985

 
Francesco Vitale

Astronomia ed esoterismo nell'antica Pompei, Cleup, 2000

 
Joseph Needham

Scienza e civilta' in Cina, Einaudi, 1985

 
Rocco Sinisgalli-Salvatore Vastola

Il planisfero di Tolomeo, Cadmo, 1992

 
Rocco Sinisgalli-Salvatore Vastola

L'Analemma di Tolomeo

Traduzione in italiano dell'opera di Commandino.
Bruno Cester

Orologi Solari, Trieste 1939 (?)

 

Sezione Riviste

Sono indicate le testate di alcune riviste che hanno ospitato nel tempo articoli di gnomonica. Le collezioni sono  incomplete per maggiori informazioni scrivere all'autore.

L'Astronomia dal n. 2 all'anno 1990 circa. Contiene numerosi articoli di gnomonica
Orione  
Nuovo Orione  
Astronomia UAI  
Coelum  
Orologi Le misure del Tempo  
Astronomia 2000  
Annuari ed almanacchi astronomici vari  

 

Home