Roccasecca in Arte

di Nicola Severino

Home

CHIESE: S. MARIA DI COSTANTINOPOLI

L'antica e minuscola cappella di Santa Maria in Costantinopoli è ormai un residuo di rudere che testimonia l'esistenza, in un tempo ormai lontano, di un culto della Madonna lungo la via Costantinopoli. Una stradina che si inerpica sul lato roccioso del monte, dall'altezza pressappoco della chiesa di San Rocco fino ad arrivare al Borgo Castello.  Non ho trovato notizie di questa chiesa, piccolissima, forse dalle sembianze di un'antica grotta trasformata in cappella. Dei ruderi si distingue parte di una parete intonacata, un paio di nicchie e un minuscolo altare. Tutto distrutto, tranne un dipinto eccezionale. Un affresco della Madonna con il Bambino che, stilisticamente, sembrerebbe risalire al XVIII o XVII secolo. Come abbia fatto questo dipinto a conservarsi fino ad oggi, cioè fino ad almeno il 2006, in questo stato, è davvero sorprendente. I colori sembrano ancora così vivaci che l'immagine pare sia stata affrescata da poco. Avvolta in un candido manto bianco, la Madonna sembra rifulgere di luce nel suo vestito porpora. Un volto dai lineamenti dolci e sicuri, dall'espressione della grazia e della beatitudine. Si notano i lineamenti fisionomici del Bambino che rivelano uno stile molto vicino al barocco napoletano.

Oggi la cappella è inaccessibile se non per qualcuno che riesce a penetrarvi tra rovi e alberi che ne ostacolano l'ingresso. Non so se questo dipinto sia ancora visibile e in quale stato di conservazione versi, ma varrebbe veramente la pena salvarlo. Tutte le foto sono di Nicola Severino eseguite nell'estate del 2006.

 

Il dipinto della Madonna con il Bambino di epoca barocca nella nicchia dei ruderi della chiesa

Lo straordinario affresco della Madonna con il Bambino, conservatosi miracolosamente intatto per secoli

 

Particolare del volto della Madonna e del Bambino

Particolare del Bambino benedicente

Ciò che rimane del piccolo altare

Un'altra nicchia della chiesetta

Ancora una nicchia vuota ma profonda dove forse era posizionata una piccola statua

Parete intonacata della cappella

 

 

 

 

 

Roccasecca in Arte 2010 - Nicola Severino