Roccasecca in Arte

di Nicola Severino

Home

 

 

L'autore

Ciao, io sono Nicola Severino, ideatore ed autore di questo sito su Roccasecca di Frosinone. Sono nato a Sparanise (CE) il 13 giugno del 1960. Voglio dire subito che non mi sono mai interessato alla storia locale in generale e tanto meno per il mio paese nativo. Ciò è molto importante in quanto significa che l'aspetto, le bellezze paesaggistiche, la storia e il fascino di Roccasecca quale paese medioevale, sono elementi che hanno giocato un ruolo determinante nella mia scelta, spingendomi ad interessarmi pian piano della storia di tanti monumenti storici che sono a portata di mano. Il mio paese, Sparanise, non offre un sipario artistico e culturale simile. E' un paesino di Terra di Lavoro nato per aggregazione di contadini. Non vi sono monumenti né antichissimi, né particolari che possano destare meraviglia e curiosità nel visitatore. Qui a Roccasecca, come in tutta la Ciociaria, è terra ricca di storia e arte che non permette agli animi insensibili alla cultura di rimanere indifferenti. Io che sono "venuto da fuori" e sono cittadino "acquisito" dell'antica Rocca Sicca, mi sento un pò come il grande Francesco Scandone che ebbe il merito tanti anni fa di scrivere la più importante ed imponente storia di Roccasecca. Lungi dal poter paragonare minimamente questo mio  minimo sforzo nel comporre per l'ennesima volta le vicende di Roccasecca  nel nuovo formato editoriale che offre  internet, semplice e gratuitamente accessibile a tutti, spero almeno che rimanga utile per quanti sono lontani dalle nostre terre ed hanno desiderio di "vedere" qualcosa in più della nostra cultura, ambiente ed arte, attraverso l'universale linguaggio dell'immagine, coadiuvata di tanto in tanto da stralci di testi storici ripresi da importanti edizioni, come lo Scandone, Ascolano, Bonanni, Riccardi, ecc.

Per chi viaggia spesso in auto, percorrendo il tratto Cassino-Roccasecca, tra Piedimonte S. Germano e Castrocielo, è possibile ammirare la catena montuosa del monte Cairo e del Monte Asprano e se già la visione di Castrocielo offre al  visitatore la tenera immagine di un presepe vivente, poco dopo lo sguardo viene rapito già da lontano dall'imponente torre e dai ruderi del castello di Roccasecca, con la chiesa di San Tommaso,  in un susseguirsi di emozionanti vedute che difficilmente possono sfuggire agli occhi di chiunque si appresti a passare per la nostra terra.  E' da questi emozionanti ritagli d'immagini che è nata in me la passione di scoprire, di capire e di conoscere la storia di Roccasecca, dalle sue vicende primordiali di mille e più anni fa e di comunicare questo sentimento attraverso l'idea di questo sito web.

Dopo essermi diplomato geometra, ho scelto di tentare la strada della professione in musica per la quale ho sviluppato da bambino la mia principale passione, imparando da autodidatta la chitarra. Fin dall'età di 12 anni ho preso parte alla formazione di gruppi musicali e negli anni '80 come turnista in sala di incisione discografica e con diversi nomi famosi della canzone italiana. Dal 1986 sono stato astrofilo (astronomo non professionista) ed ho formato vari gruppi di astrofilia nel casertano e nel frusinate di cui uno attivo proprio a Roccasecca (vedi pagina delle curiosità). Dal 1989 mi sono occupato in modo professionale di storia della Gnomonica, ovvero della misurazione del tempo con gli orologi solari, scrivendo centinaia di articoli per riviste nazionali ed internazionali professionistiche e oltre 15 libri. Ho inventato e pubblicato la prima rivista italiana di Gnomonica ed ho effettuato il primo censimento delle meridiane della provincia di Frosinone. Attualmente lavoro presso l'ufficio protocollo della Regione Lazio, Lavori Pubblici sezione distaccata di Cassino (ex Genio Civile) e mi diletto nella divulgazione dell'astronomia, gnomonica e in serate di musica jazz.

Dal maggio 2007 ad oggi mi sono buttato a capofitto nella realizzazione di questo sito che spero sia utile sia ai visitatori locali che a quanti desiderano vedere e sapere qualcosa in più della nostra cittadina e risiedono lontano.

Ringrazio quanti hanno collaborato alla realizzazione di questa idea:  Riccardo Fava per la sua splendida collezione di immagini storiche di Roccasecca, il parroco di S. Margherita e don Lucio della chiesa della SS. Annunziata al Castello, la signora Luisa che mi ha permesso di vedere la chiesetta di San Tommaso, attualmente chiusa, gli amici dell'Ass.ne Culturale Roccasecca, il prof. Guarnieri per i preziosi documenti messi a disposizione, il bibliotecario don Gregorio della grande Biblioteca dell'Abbazia di Montecassino che  segue dal 1989 con proverbiale pazienza il mio rovistare tra le antiche carte dei suoi scaffali...infine, ringrazio  Fernando Riccardi, tra i più importanti ricercatori di storia locale di oggi, per l'importante, umano, incoraggiamento.

Nicola Severino